Crea sito

Luca Lastilla: pronto il nuovo singolo “Exodus” sull’immigrazione.

Luca_Lastilla_Exodux_Cover_SMALL

Il cantautore fiorentino ritorna con una canzone denuncia, una descrizione appassionata della situazione dei profughi, ma anche e soprattutto una critica velata all’establishment politico italiano ed europeo, complice di non fare abbastanza per affrontare l’emergenza.

Genere: pop-rock
Etichetta: Plindo Elabel
Release date: 21 dicembre 2015

Scarica gratuitamente “Exodus” su www.lucalastilla.com

Dopo l’anticipazione sulla pagina Facebook, è arrivato il momento di annunciare l’uscita del nuovo singolo firmato Luca Lastilla. Il cantautore fiorentino torna sulle scene con Exodus, canzone denuncia che ha per tema l’immigrazione e le ripetute tragedie a essa legate. Tragedie come quelle di Aylan Kurdi, il piccolo annegato in mare e fotografato morto su una spiaggia turca con i vestitini ancora addosso. Un’immagine che ha fatto il giro del mondo e che ha scosso le coscienze di milioni di persone, inclusi Luca e il fratello Leonardo, coautori del brano. Il testo è una descrizione appassionata della situazione dei profughi, ma anche e soprattutto una critica velata all’establishment politico italiano ed europeo, complice di non fare abbastanza per affrontare l’emergenza. A livello musicale viene confermato il sound tipico delle canzoni precedenti, ormai un marchio di fabbrica della band, con le inconfondibili atmosfere rock, i giri di basso elettrico, di batteria e su tutto la voce sicura e piena di Luca, sempre in primo piano con la stessa potenza di uno strumento musicale. Ma a fare la parte del leone nel brano Exodus, più ancora della voce e dell’accompagnamento, sono forse i concetti e le parole utilizzate per esprimerli. Parole ruvide, vive, taglienti, scelte con cura per raccontare la morte e la devastazione di interi popoli e del viaggio in sé che questi immigrati fanno; delle speranze e delusioni che li accompagnano, senza tuttavia cadere nel cliché e nei luoghi comuni a cui siamo abituati quando ascoltiamo un TG o leggiamo un giornale. Si tratta piuttosto di allusioni, che diventano però più forti e penetranti di qualsiasi spiegazione diretta. “E quando scoppia il dolore, proteggilo, non puoi fermarti al colore”. Ci sono molte frasi come queste in Exodus, pregne di significati e di passione. A ognuno il piacere di scovarle e il dovere di rifletterci sopra, perché la storia del bimbo di nome Aylan Kurdi è anche la nostra storia e perché, come canta Luca Lastilla, voltarsi costa, ma bisogna farlo.

Exodus è disponibile in download gratuito dal 21 dicembre sul sito ufficiale dell’artista toscano su www.lucalastilla.com .

Collegandosi a tale indirizzo si può rimanere inoltre aggiornati sugli appuntamenti della band nei teatri d’Italia o in alternativa seguire il profilo Facebook www.facebook.com/lucalastillaofficial.

Biografia: Ascoltiamo i brani di Luca Lastilla in molte emittenti radio locali italiane e web (su RadioUno Rai nel corso della trasmissione “Demo”, Radio Subasio), abbiamo apprezzato la sua presenza a Telethon, Sanremoff, Miss Estate Italia, JPII Jammin’ Festival… le sue apparizioni in trasmissioni televisive, tra le quali Millevoci, Hotel California ed altre. Dal suo costante impegno per una buona musica e dal successivo incontro con l’Associazione Nicco Testini, nasce il singolo, I Miss You, il cui ricavato delle vendite è devoluto a sostegno della realizzazione di corsi di formazione per la rianimazione cardiaca e la defibrillazione precoce. Il brano è stato presentato in anteprima live al Concerto del 24 novembre @ Otel Varietè a Firenze. Il 15 dicembre 2011 pubblica un nuovo singolo, “A Colori”, distribuito in download digitale dai più importanti stores e protagonista di più di mille copie vendute dopo un solo giorno. Il 15 maggio 2012 pubblica un nuovo album “Cercando”: intenso, ricco di atmosfere romantiche, eleganti e audaci allo stesso tempo. L’approccio e lo stile sono quelli di un cavaliere moderno, intento alla riconquista valorosa dell’amore in cui corteggiamento e ritrovata armonia si avvicendano, esaltati da melodie lusinghiere e orchestrazioni cinematografiche. Nel suo ultimo lavoro in studio, i brani raggiungono i massimi livelli sia nella produzione che nell’immagine, che appare rinnovata. Un album in cui l’autore si reinventa e investe tutto se stesso per riuscire a proporre, con nuovi mezzi e più convinzione, il messaggio di sempre: la sua musica, un pop d’autore, ricco di arrangiamenti rock, votati all’incisività. Così come i suoi testi che, anche se velati di una certa malinconia, contengono una grande forza espressiva. Luca Lastilla torna con un nuovo singolo e un nuovo video dal titolo “La prima volta”, contenuto all’interno dell’omonimo EP con altri due inediti, “Nei tuoi sì” e “Premura”, esce il 23 settembre 2013. Il 30 marzo 2015 è la volta del singolo “L’Equazione di Dirac”, un omaggio a una delle formule matematiche più intriganti e discusse di tutti i tempi e, immancabilmente, all’amore. Il 21 dicembre è la volta di “Exodus”, canzone denuncia scritta da Lastilla per riflettere sul tema dell’immigrazione e delle ripetute tragedie a essa legate. Tragedie come quelle di Aylan Kurdi, il piccolo annegato in mare e fotografato morto su una spiaggia turca con i vestitini ancora addosso. Un’immagine che ha fatto il giro del mondo e che ha scosso le coscienze di milioni di persone, inclusi Luca e il fratello Leonardo, co-autori del brano. Il testo è una descrizione appassionata della situazione dei profughi, ma anche e soprattutto una critica velata all’establishment politico italiano ed europeo, complice di non fare abbastanza per affrontare l’emergenza.

Contatti
www.lucalastilla.com
www.facebook.com/lucalastillaofficial

Press Media Office
www.blobagency.com
www.facebook.com/BlobAgency
Frank Lavorino 339 6038451