Crea sito

CARROPONTE: i concerti della settimana

La programmazione da lunedì 21 a domenica 27 luglio

 

PAOLA TURCI, DENTE E SUD SOUND SYSTEM

 

Via Granelli 1, Sesto San Giovanni

 

 

 

 

 

 

 

Secondo appuntamento lunedì 21 luglio per “Milano Silent”, viaggio itinerante del cinema muto in condivisione tra Arci Milano e l’ensemble I Solisti Lombardi, il progetto della pianista-compositrice Rossella Spinosa. Si tratta di una stagione di cine-concerti annuale che, come il Gran Festival del Cinema Muto di Milano, ha la missione di trasmettere a tutti la passione per il cinema muto e non condividerne i saperi con una élite di cinefili e addetti ai lavori. Non si “accompagnerà” semplicemente il cinema muto, ma lo si commenterà, lo si anticiperà, lo si spiegherà integralmente coi suoni, con le partiture composte da Rossella per queste pellicole. Inizio spettacolo ore 21.30, ingresso gratuito.

 

 

Martedì 22 luglio il palco del Carroponte ospiterà una delle più note cantautrici italiane, Paola Turci. Premiata per tre anni consecutivi al Festival di Sanremo, ottiene il disco di platino con “Oltre le nuvole” (1997), raccolta di canzoni degli anni ’80 tradotte in italiano. L’ultimo album, “Le storie degli altri” (2012), racconta “il mondo che vorrei”, un libero sfogo che lascia spazio all’indignazione, ma anche all’amore verso il mondo e la vita. In apertura Manupuma, artista milanese che ha da poco pubblicato il suo primo omonimo album per Universal Music, ma nota da tempo nel panorama musicale, grazie alla sua partecipazione al disco di Pacifico “Una Voce non Basta” e al brano “Ladruncoli”, scelto per la campagna mondiale dello spot del profumo Pink Bouquet di Moschino. Inizio spettacolo ore 21.30, ingresso 12€.

Alle ore 19.00 si terrà la tavola rotonda “Identità di genere, studi queer, percorsi artistici e politiche LGBTQ”: che cos’è l’identità di genere e cosa sostiene la teoria queer, come sono state recepiti e quali influenze hanno avuto gli studi queer americani sulla prassi politica delle associazioni LGBT e sulla ricerca artistica in Italia.

 

 

 

 

 

 

Atmosfere delicate e introspettive mercoledì 23 luglio: William Fitzsimmons porta in concerto il nuovo album, “Lions”, che prosegue il percorso del cantautore americano: folk accompagnato da ricchi arrangiamenti tra Iron & Wine, Elliott Smith e Nick Drake; alcuni suoi brani sono già stati scelti per serie di successo come Grey’s Anatomy e One Tree Hill. La sua è una musicalità vicina al soft-rock, confortevole e mai sopra le righe; canzoni sussurrate, che esplorano un territorio scivoloso ma i cui ingredienti sono sempre accuratamente dosati. Apre la serata Giuliano Dottori, chitarrista e produttore milanese. Come cantautore ha esordito nel 2007 con l’album “Lucida”, che ha ottenuto un eccellente riscontro di critica e pubblico. Il nuovo disco si intitola L’arte della guerra – vol. 1”: è il primo capitolo di un disco doppio ispirato all’omonimo libro di Sun Tzu, un album sulla rinascita, sull’equilibrio fra passato e futuro. Inizio concerti ore 21.30, ingresso 10€.

 

 

 

 

 

 

A vent’anni dall’uscita del primo disco, i CSI tornano sul palco giovedì 24 luglio, con una formazione rinnovata ma, soprattutto, con la rinnovata voglia di stare insieme e di portare avanti una storia importante come la loro. Con un obiettivo: andare a ritrovare il pubblico che in qualche modo si sente orfano delle loro canzoni, ma anche accogliere un pubblico nuovo, quello che ha potuto conoscerle soltanto successivamente su cd. Con la motivazione forte di chi sa che oggi più che mai «spegnere il video, uscire di casa, muoversi, vivere, sognare, ritrovarsi, guardarsi, esserci, noi, voi, è l’antidoto migliore». Aprono i Kitsch, una delle realtà emergenti più interessanti in Italia. Esordiscono nel 2010 con l’album “Mentre tutto collassa”; il disco viene accolto con entusiasmo dalla critica specializzata e il video di “Poetimprenditori” vince il prestigioso PVI nella categoria “Miglior Soggetto”. Attualmente stanno promuovendo il loro nuovo singolo uscito nella primavera 2014 con progetto grafico dell’artista perugino David Ferracci. Inizio concerti ore 21.30, ingresso 10€.

 

 

 

 

 

 

Venerdì 25 luglio è la volta dei re indiscussi del reggae italiano, i Sud Sound System, che, dopo una lunga attesa, presentano il loro nuovo disco “Sssta Turnu”. È il nono album, un nuovo lavoro che riconferma la gioia, la speranza, la convinzione e l’impegno sociale con cui il gruppo si è sempre espresso e contraddistinto in questi anni. Il reggae e l’amore per questa musica sono la vera essenza del disco con il loro tipico dancehall style più puro, ma non manca la capacità e la maturità di spaziare tra hip hop, dub step, funk e rhythm & blues che arricchisce e completa questo magnifico viaggio di ritorno. Ad arricchire l’album le preziose collaborazioni con i giamaicani Capleton, Leftside aka Dr Evil e Alozade, a sancire quell’unione tra Giamaica e Italia che fa dei Sud Sound System un ponte per la musica reggae in Europa. Inizio concerto ore 21.30, ingresso 10€.

 

 

Cantautorato italiano sabato 26 luglio al Carroponte: Giuseppe Peveri alias Dente, nuovo fenomeno del panorama musicale italiano, e Massaroni Pianoforti. Dente, vincitore nel 2009 del Premio Italiano della Musica Indipendente per il miglior album dell’anno con “L’amore non è bello”, ha collaborato, tra gli altri, con Perturbazione, Il Genio, Missincat e Brunori Sas. L’ultimo album, Almanacco del giorno prima”, uscito nel 2014, segna la consacrazione definitiva per Dente; la sua musica non assomiglia a quella di nessuno, è intima, strasognata e finemente ironica. Apre la serata Massaroni Pianoforti, alias Gianluca Massaroni. Autore bizzarro di canzoni, inizia  la sua attività artistica nel 2006 vincendo il premio della critica per il miglior testo al Musicultura Festival. Apre i concerti di band e cantautori celebri come OfflagaDiscoPax, Andrea Chimenti, Dellera, Umberto Maria Giardini, Marta Sui Tubi. Nel 2013 è tra i primi artisti a tentare la scommessa crowdfunding sul portale musicraiser.it: la raccolta di fondi realizzata gli offre l’opportunità di registrare il suo secondo disco uscito a marzo 2014, che s’intitola “Non date il salame ai corvi”. Inizio concerti ore 21.30, ingresso 10€.

 

Tornano in Italia domenica 27 luglio, in esclusiva per il Carroponte, gli Easy Star All-Stars, il collettivo newyorkese celebre per le cover reggae/dub di album che hanno fatto la storia del rock. La band festeggia il decennale dell’uscita del suo album più acclamato, “Dub Side Of The Moon”, omaggio al capolavoro dei Pink Floyd “The Dark Side Of The Moon”. Miscelando versatilità musicale, abilità strumentale, splendide armonie vocali e una sezione ritmica in primo piano, gli Easy Star All-Stars si sono imposti come una delle realtà di punta del panorama reggae internazionale. Si sono esibiti nei maggiori festival del mondo, inclusa una tre giorni su tre diversi palchi a Glastonbury nel 2009, che è valsa loro una nomination agli UK Festival Awards. Aprono i TriAd Vibration, in un viaggio sonoro che esplora la storia dei popoli e raccoglie suggestioni dei luoghi più lontani. L’elemento caratterizzante è il suono del didgeridoo, il più antico strumento a fiato aborigeno, per questo motivo i TriAd Vibration definiscono la loro musica con il termine di “tribal jazz”. L’effetto è una musica libera e liberatoria, capace di ipnotizzare e coinvolgere. Inizio concerti ore 21.30, ingresso 10€.

Alle 19.00 [email protected]: a cura dell’associazione Arci Ohibò “Cartapestate”, laboratorio dove i bambini potranno costruire pupazzi e sculture di cartapesta, da portare a casa a fine giornata. Ingresso gratuito.

 

Al Carroponte sarà possibile sostare usufruendo degli spazi dell’area lounge Felicittà e mangiare dalle 19.30 all’1.30 presso l’area Mangia&Bevi, comprensiva di pizzeria gestita dalla Cooperativa Pecora Nera, griglieria/friggitoria, che unisce i profumi delle spezie africane e orientali alla tradizione della cucina italiana e gelateria i cui prodotti sono completamente naturali. Per i più piccoli è prevista un’accogliente area di gioco e un’area ristoro a loro dedicata.

 

24.jpg