Crea sito

PRAINO – Il disco di Praino (Rec Dischi Indipendenti) (Recensione)

0001

PRAINOIl disco di Praino
(Rec Dischi Indipendenti)

Scrittura “fitta fitta” quella di Praino. Fiume di parole, flusso di coscienza che lascia uscire in maniera quasi sconclusionata (ed è qui il bello del disco) un mix di malinconia (lo spleen che dà il titolo al singolo) e attitudine della serie “chissenefrega”. Con leggero menefreghismo infatti lascia uscire i testi della bellissima “Agnello”. “Chiudi le persiane, andiamocene a letto e non ci alziamo più, e anche l’orrore di questo giorno forse passerà”. Il giorno è la domenica. Quelle domeniche in cui si canta già “I don’t like Mondays” dei Boomtown Rats. E sia ben chiaro… Il gesto di chiudere le persiane e andarsene a letto non ci fa arrivare un’idea di “resa incondizionata” alla vita. No, è solo un modo per esorcizzare con leggerezza la noia, il non futuro. Come aveva fatto Bob Geldof urlando al mondo che non gli piacevano i lunedì, ben prima di vedere in tv bambini che morivano di fame, ben prima delle annichilenti abbuffate di pillole degli Happy Mondays. E quindi viva la scrittura “fitta fitta” di questo nuovo cantautore. Viva lo spleen spumeggiante di cui parla nel brano che è stato singolo (“Spleen” appunto).