Crea sito

Gappa presenta il nuovo video anime “Siddharta”

Abbiamo chiesto a Gappa di raccontarci come è nata la canzone e l’idea del video: “Siddhartha è il brano che chiude il CD Passeggeri, uscito lo scorso maggio. E’ un brano a cui tengo molto e che ho scritto nel 2019, dopo aver portato a termine un corso per Istruttore di mindfulness. La prima volta che sono venuto a contatto con la figura di Siddhartha è stata al Liceo, leggendo l’omonimo libro di Herman Hesse, che mi colpì come romanzo di formazione. Frequentare l’Istituto di Pomaia mi ha permesso successivamente di approfondire lo studio del Dharma e di comprendere meglio la figura di Siddhartha e il significato reale della sua storia. Frequento l’Istituto da alcuni anni insieme a mia moglie Lucia e i miei figli Dharma Emilia e Libero Sati e per noi questo è il “posto del cuore”, dove appena possibile ci piace trascorre il nostro tempo.
Ho sentito il bisogno di scrivere una canzone che raccontasse quella storia che per me, come per molti, è stata ed è quotidianamente di grande ispirazione e beneficio e credo possa essere di ispirazione anche per tante persone che non la conoscano, al di là di credenze religiose o dimensioni prettamente spirituali. Anche per la mia professione di psichiatra trovo gli insegnamenti del Dharma di grande potenza, efficacia e di assoluta utilità, in grado di rispondere ai bisogni dell’uomo moderno, soprattutto in questo momento storico.

Nello scrivere il testo ho cercato di sintetizzare le tappe principali della storia del Principe Siddhartha, facendo ovviamente anche qualche riferimento ai preziosi insegnamenti del Buddha. Musicalmente si tratta di una ballad semplice e circolare in cui compare ripetutamente un tema di sarangi, il violino indiano suonato da Lorenzo Mantovani, che ha anche arrangiato il disco.

Per il video mi ero immaginato un’animazione e un giorno mentre mi trovavo allo shop dell’Istituto, sapendo che Champa era un bravo fumettista, gli ho chiesto se gli poteva interessare realizzare un’animazione per la canzone. Per me era importante che chi l’avrebbe realizzata fosse qualcuno che conoscesse il tema del brano e la cultura buddista e Champa sicuramente poteva essere la persona più adatta in questo. Mi ha colpito moltissimo il risultato finale, secondo me eccezionale, essendo tra l’altro il primo video di animazione che realizzava. Anche la possibilità di presentarlo in anteprima all’Istituto per me è stato un regalo grandissimo, per il quale ringrazio il Direttore Michele Cernuto e tutto il suo staff, che hanno collaborato alla realizzazione di questo evento, nella splendida cornice del giardino del tè”.

Anche al fumettista Champa abbiamo chiesto di raccontarci da dove è venuta l’ispirazione “L’idea nasce dal titolo stesso dell’album “Passeggeri”. Il tema del viaggio mi è sembrato il percorso migliore da seguire. Così ho deciso di far camminare con l’immaginazione Gaspare, nei luoghi dove il Principe Siddharta ha vissuto le sue quattro fasi più importanti: la nascita, lilluminazione, l’insegnamento del Dharma e la morte. Una sorta di pellegrinaggio buddhista”.

Link: https://www.facebook.com/inarteGappa

Link: https://www.facebook.com/champa.avellis